martedì 4 settembre 2012

Konnyaku

Questi mesi estivi, per il mio stomaco, sono stati tremendi. Ho mangiato troppo e troppo bene, spesso uscivo da un ristorante ed entravo in un altro...

Ma è giunta l'ora di mettersi a dieta.

Quando il mio stomaco ha bisogno di una pausa, prendo spunto dalla cucina giapponese più che da quella coreana.

Infatti, in queste settimane sto consumando molto Konnyaku. Il Konnyaku (o Konjac) è un prodotto derivato da patate yam, simile ad una gelatina vegetale insapore, che si trova in forma di panetto o noodles (shirataki).



Viene venduto in piccole confezione ad un prezzo accessibilissimo anche in Italia, con all'interno un liquido che va rimosso risciaquando il panetto o i noodles sotto l'acqua fredda.

Il konnyaku ha dalle 5 alle 10 Kcal ed essendo insapore lo si può utilizzare in mille modi. Un panetto potrebbe sembrarvi troppo poco per una sola persona, ma in realtà il konnyaku si espande all'interno del nostro stomaco e dà un senso di sazietà non indifferente.

Credetemi, ho mangiato un panetto intero la prima volta e ho avuto la sensazione di essere reduce da un pranzo domenicale italiano, per tutto il giorno!

Vi consiglio di provare il panetto con un'insalata e i noodles come se fosse semplice pasta!

Fin'ora ho provato a fare un'insalata di konnyaku a dadini con una salsina al miso, e con i noodles ho fatto del Naengmyeon ma ho ancora tante ricette da sperimentare.

Ecco alcuni video su come si fa il konnyaku e una ricetta tutta giapponese!




Curiosità: viene anche chiamato Devil's Tongue (Lingua del diavolo)

Nessun commento:

Posta un commento